Porte blindate con impronte digitali: come funzionano?

Porte blindate con impronte digitaliCon le impronte digitali è possibile aprire le porte blindate di casa senza ricorrere alle chiavi, inoltre si tratta di un sistema di massima sicurezza. E’ questo uno dei temi maggiormente toccati nelle ultime fiere dedicate al mondo del mobile.

Possiamo dire addio alle chiavi di casa grazie all’utilizzo delle impronte digitali, che permettono di aprire la porta in piena sicurezza e rappresenta un’ulteriore protezione contro i ladri che tentano di entrare in casa. Le porte blindate con impronte digitali si affiancano a tutti gli altri dispositivi tradizionali e sono indicate maggiormente per le porte blindate.

Con il lettore di impronti digitali, basta passare un dito sulla striscia di lettura e la porta si apre. In questo modo non si corre più il rischio di dimenticare le chiavi di casa o di scordare il codice di apertura.

E’ anche possibile utilizzare lettore di impronti digitali per registrare più impronte, ad esempio, quelle degli altri componenti della famiglia, ed è possibile anche cancellare alcune impronte già registrate, vietandone l’accesso.

Grazie ad un sensore, queste apparecchiature, riescono a riconoscere un numero davvero elevato di impronte, impedendo l’attivazione di impronte non autorizzate.

A caratterizzarli è un design davvero minimal, e per motivi di estetica, possono anche essere integrati nella maniglia d’apertura e non più solo all’esterno della porta, inoltre sono privi di pulsanti o interruttori, per essere adattati a qualsiasi contesto.

La batteria è protetta dalle intemperie e mediante il sistema di risparmio batteria, il consumo energetico resta illimitato.

Il lettore di impronte digitali difende dai ladri

Il lettore di impronte digitali è stato progettato soprattutto per difendersi non solo dai “comuni ladri” ma dai scassinatori professionisti, quelli che non si fermano dinanzi a nulla, in grado di aggirare ogni tipologia di sistema d’allarme, anche quelli basati sul riconoscimento delle impronte digitali. Infatti si possono creare delle impronte posticce utilizzando silicone oppure stampi in gomma ed a tale proposito, l’Istituto della Polizia Scientifica di Losanna (Svizzera) sta lavorando a un algoritmo che riconosca anche questa frode.

Il lettore di impronte digitali rappresenta la chiave universale, impossibile da clonare, (film e cinema a parte), per rendere inviolabile la nostra casa. Il sistema operativo è gestito da un software intelligente, ed il programma è facilmente programmabile anche con lo smartphone attraverso l’utilizzo di un’app che collega porta e cellulare in Bluetooth, sia su sistemi operativi Android che iOS. Il lettore mantiene la sua massima efficienza anche con temperature esterne particolarmenti rigidi o calde.

Perchè scegliere il lettore di impronti digitali

Negli ultimi anni, si è arrivati ad una domanda sempre maggiore di optional che prevedono l’uso della domotica e senza più l’utilizzo di chiavi per l’apertura della porta d’ingresso. Il merito è naturalmente dovuto alle caratteristiche ed alla facilità di utilizzo:

-mai più chiusi fuori casa;

– software intelligente, impara anche a riconoscere la crescita delle dita dei bambini ed anche le piccole ferite;

– impronta digitale sicura, protetta da smarrimento.

l lettore d’impronte digitali rileva l’immagine del dito mediante un sensore lineare. La centralina la elabora, in questo modo il lettore d’impronte digitali funziona correttamente ed in maniera totalmente  affidabile. Memorizza l’impronta digitale attraverso il passaggio del dito ed anche il manuale di istruzioni viene fornito all’interno di un’area riservata.

Post comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Faenzafiere.it Sito NON ufficiale